Azioni Pepsi (PEP): Prezzo e Quotazioni in tempo reale

Ecco, subito qui sotto, il prezzo e la quotazione in tempo reale delle azioni Pepsi PEP:

[historical_prices symbol=”PEP” option=”Table historical price full”]

Come comprare azioni Pepsi 

  1. Trova un broker certificato come eToro da SEC per fare trading di titoli Pepsi verificando i costi ed eventuali tasse applicabili .
  2. Assicurati di essere bene informato sull’andamento del titolo prima di evidenziare quantità, prezzo e limiti da associare all’acquisto.
  3. Inserisci nel sito web del tuo broker la giusta quantità di azioni dandoti assicurazione che sia indicato il ticker corretto .
  4. Emetti l’ordine solo dopo aver controllato accuratamente tutti i dati e reso definitivo il pagamento .
  5. Dopo aver confermato l’esecuzione della transazione, ricordati sempre di monitorare regolarmente l’evoluzione del titolo prima di effettuare successive vendite o acquisti.

Clicca qui per investire nelle azioni Pepsi su eToro

Pepsi Dati Finanziari rilevanti

Ecco i principali dati finanziari da considerare se desiderate investire in azioni Pepsi. Dati da conoscere assolutamente prima di investire in Borsa.

Principali azionisti

Ecco i principali azionisti della PepsiCoInc.:

[institutional_holders symbol=”PEP” option=”Institutional Holders”]

Management

Ecco i principali membri che compongono il Management di Pepsi:

[key_executive symbol=”PEP” option=”Key Executives”]

Dati finanziari

Qui sotto vi mostriamo i principali indici finanziari di Pepsi:

[finantial_ratios symbol=”PEP” option=”Finantial Ratios”]

Indicatori di Borsa

Qui sotto invece vi mostriamo i principali indicatori patrimoniali ed economici:

[key_metrics symbol=”PEP” option=”Key Metrics”]

Dividendo

Pepsi distribuisce ai suoi azionisti un ottimo dividendo trimestrale

Cash Flow

Ecco il cash flow di Pepsi:

[cash_flow symbol=”PEP” option=”Cash Flow”]

Azioni Pepsi Dati Rilevanti

Vi mostriamo nella tabella le informazioni generali della società:

FONDAZIONE: 1898, New Bern, Carolina del Nord, Stati Uniti
FONDATORE: Caleb Bradham
CEO: Ramon Laguarta
SEDE: Purchase, Harrison, New York, Stati Uniti

Azioni Pepsi Andamento 

Le azioni Pepsi sono quotate al NASDAQ dal 2017 mentre prima erano quotate al NYSE.

Le azioni fino al 1990 hanno avuto una crescita lenta ma costante. Dal 1990 al 2007 sono cresciute moltissimo, nonostante il calo dovuto agli eventi del 2001, e sono passate da circa $10 per azione a circa $70.

Come tutti i titoli hanno subito la crisi del 2008 e sono scesi a quota $48, ma da quel momento la crescita è stata irrefrenabile e le azioni hanno toccato quota $121 nel 2018. Sempre nel 2018 ci è stato un piccolo calo.

All’inizio del 2020 le azioni erano al loro massimo storico, circa $145 ma poi con il Covid-19 e la conseguente contrazione dei consumi sono scese a circa $100. Da Marzo 2020 il titolo si è ben ripreso, toccando un nuovo massimo storico di circa $148 a Dicembre 2020.

Attualmente le azioni sono in fortissima ripresa da Marzo 2021. Nonostante ciò, considerando il modello di business della società, la sua solidità, e la ripresa dei consumi, le azioni Pepsi continueranno sicuramente a crescere.

Questo momento di calo potrebbe essere veramente il momento migliore per comprarle! In seguito vi spiegheremo come fare.

Azioni Pepsi Previsioni

Ecco le previsioni delle azioni Pepsi secondo i migliori analisti di Wall Street:

[table_rating symbol=”PEP” option=”Table Rating”]

L’attuale consenso tra gli analisti d’investimento intervistati è quello di acquistare azioni in Pepsico Inc. Questo rating è rimasto stabile dal mese precedente, quando era invariato da un buy rating.

Pepsi storia

La Pepsi Co Inc. è una multinazionale americana nota principalmente per la sua bibita simile alla Coca Cola, ma produce anche altre bibite, come “Gatorade”, e prodotti alimentari.

L’azienda ha fatturato circa 67 miliardi di dollari nel 2019 ma vediamo adesso le tappe principali della sua storia:

  • 1898: il farmacista Caleb Bradham inizia a sperimentare delle bibite e crea la “Pepsi Cola”, successivamente farà registrare il logo della bibita;
  • 1905: la società apre i primi franchising di imbottigliamento e continua a crescere;
  • 1923: la società, provata dalla guerra, dichiara bancarotta e le sue attività vengono vendute ad un’altra società. Il Broker Roy C. Megargel compra poi il marchio da questa nuova società e fonda la Pepsi-Cola Corporation che qualche anno dopo diventerà la National Pepsi-Cola Company;
  • 1931: fallisce anche la National Pepsi-Cola Company, e viene acquisita dalla “Loft” che cambia la formulazione della bibita;
  • 1933: con la Loft la Pepsi torna ad essere insolvente e viene acquistata per la maggior parte da “Megargel”;
  • 1934: è l’anno della ripresa, la Pepsi viene venduta a pochissimo e dunque le vendite aumentano alle stelle in tutta l’America. Da quell’anno Pepsi continua a crescere ed inizia un’intensa attività di marketing;
  • 1941: nel bel mezzo della guerra le azioni Pepsi vengono commerciate al NYSE;
  • 1962: Pepsi cambia logo per la sesta volta;
  • Pepsi introduce negli anni molte novità: il primo soft drink dietetico, la bottiglia da 1lt, la prima bottiglia da 2lt del settore, nuovi gusti;
  • 1974: apre il primo stabilimento Pepsi negli Stati Uniti;
  • Pepsi si quota al NYSE;
  • 1980: Pepsi è la numero uno delle vendite nel mercato americano di riferimento (superando Coca-Cola) e si espande molto anche all’estero facendo un accordo con la Cina;
  • Pepsi in quegli anni continua con le sue pubblicità incredibili che vengono ancora ricordate dagli americani come le migliori mai trasmesse;
  • 1991: Pepsi cambia logo, lancia la prima lattina composta da materiale riciclato e successivamente stringe una partnership con Lipton Tea;
  • In quei anni pepsi sbarca su Internet ed avvia la sua divisione Ristoranti;
  • I primi anni 2000 procedono alla grande e fanno crescere il fatturato di Pepsi;
  • Nel 2017 si quota al NASDAQ dopo anni di quotazione al NYSE;
  • La società dalla sua fondazione al 2021 ha fatto molte acquisizioni ed è cresciuta moltissimo.

Pepsi Modello di Business

Pepsi, rispetto a quella che salta subito alla mente come sua concorrente principale, ha un portafoglio prodotti molto più diversificato.

Coca-Cola è il leader mondiale per quanto riguarda le bevande ma Pepsi ha un business molto più ampio ed ottiene circa il 53% delle entrate dal cibo e circa il 47% dalle bevande. Per questa ragione non è corretto dire che Coca-Cola è il principale competitor di Pepsi.

Ecco il portafoglio prodotti della Pepsi Co.Inc.:

 

Spesso le bevande Coca-Cola e Pepsi vengono percepite come non salutari dai consumatori e dunque diversificarsi ed avere proposte più salutari diventa necessario.

Pepsi possiede vari marchi ed attua ottime strategie strategia di distribuzione e di marketing a livello mondiale. 

Dagli inizi Pepsi è sempre stata un’azienda che ha puntato moltissimo sul marketing e sul digitale, facendone il suo punto di forza.

Pepsi Partners e Competitors

Ecco i principali partners e competitors dell’azienda.

Partner

Pepsi ha sempre stretto varie partnership strategiche, ecco le principali presenti e passate:

Competitors

I principali concorrenti di Pepsi sono gli altri produttori di bevande analcoliche e prodotti alimentari (principalmente snack), eccoli:

  • Coca-Cola 
  • Dr Pepper Snapple Group
  • Monster Beverage
  • Reeds
  • Red Bull
  • Dabur Real Juice
  • Mondelez
  • General Mills
  • Kellog’s
  • P&G
  • Unilever
  • Nestle Coffe
  • Conagra

La maggior parte sono americani, la fetta più grossa del mercato di pepsi!

Altre azioni su cui investire

Conclusioni

Pepsiè una delle più grandi aziende food and beverage livello mondiale. Produce, commercializza e vende una vasta gamma di marchi tra cui Pepsi, Mountain Dew, Gatorade, Doritos, Lays e Ruffles. L’azienda utilizza un modello di business go-to-market ampiamente integrato, anche se fa leva su imbottigliatori terzi, produttori a contratto e distributori.

Oltre ai marchi di proprietà della società, Pepsi produce e distribuisce altri marchi attraverso partnership e joint venture con società come Starbucks. L’azienda suddivide le sue operazioni in cinque geografie primarie, con il Nord America (che comprende Frito-Lay North America, Quaker Foods North America e bevande del Nord America) che costituiscono oltre il 60% del fatturato consolidato.

Nel corso dell’articolo abbiamo visto la quotazione in tempo reale e i principali dati finanziari della Pepsi Co. Inc. Abbiamo visto anche la storia dell’azienda, il modello di business, i partners ed i competitors principali.

Le azioni Pepsi moto probabilmente cresceranno in futuro data la ripresa dei consumi e la solidità dell’azienda. Potete negoziare le azioni PEP sulle migliori piattaforme trading online, prime fra tutte eToro . Speriamo che il nostro articolo vi sia stato utile!

 

Quali sono i principali competitors di Pepsi?

I principali concorrenti di Pepsi sono i seguenti: Coca-Cola, Dr Pepper Snapple Group, Reeds, Red Bull, Dabur, Real Juice, Mondelez, General Mills, Kellog’s, P&G, Unilever, Nestle Coffe e Conagra.

Dove comprare azioni Pepsi?

È possibile comprare azioni Pepsi sui migliori broker azioni, come eToro, XTB e Markets.com.

[Totael: 0 Media: 0]
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.