Comprare Azioni | Guida per investire in azioni senza rischi

Pubblicato: 14 Aprile, 2021 di claudio

Ecco una guida completa su come comprare azioni senza rischi e soprattutto senza commissioni.

Per comprare e vendere azioni sui mercati finanziari occorre dotarsi di una piattaforma di Trading professionale, con quotazione in tempo reale delle aziende quotate in Borsa e strumenti negoziali all’avanguardia.

Il Trading di azioni può essere conveniente davvero solo se abbiamo modo di guadagnare anche quando il prezzo della nostra azione scende. In gergo si parla di “vendere allo scoperto” ed è un’opzione irrinunciabile per investire in azioni con profitto.

Sia nel breve che nel lungo termine, il Trading Online sui mercati azionari è la scelta più diffusa per gli investitori Italiani, grazie ai numerosi vantaggi che elencheremo nel corso della nostra guida su come comprare azioni al meglio.

Ecco la tabella completa con i migliori Broker per azioni attivi in Italia dove registrarsi anche su Demo:

Piattaforma: obrinvest
Deposito Minimo: 250€
Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 200€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    75,80% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: capital
    Deposito Minimo: 20€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma Metatrader MT4
  • Decine di criptovalute
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Cosa sono le azioni?

    Possiamo definire le azioni come delle “quote” del capitale complessivo di una società. Entrando in possesso di una o più azioni si diventa quindi “azionisti” della società, acquisendo due tipologie di diritti:

    • Patrimoniali: dividendo e ripartizione degli utili
    • Amministrativi: voto durante le assemblee dei soci

    In sostanza attraverso l’acquisto di un pacchetto azionario parteciperemo in maniera attiva ai destini della società in questione. Specifichiamo che il titolo azionario non permette il diritto di credito in caso di insolvenza dell’azienda emittente.

    Ecco perché, a differenza delle obbligazioni, le azioni sono considerate più rischiose. Tuttavia, i rendimenti sono di gran lunga superiori: basti pensare a coloro che hanno investito in azioni Amazon prima del loro Boom!

    Quali sono le tipologie di azioni?

    Per avere le idee ancora più chiare è opportuno specificare le 3 differenti tipologie di azioni:

    • Ordinarie
    • Risparmio
    • Privilegiate

    Quando parliamo di azioni ordinarie ci riferiamo alla tipologia tradizionale. Prevedono il diritto ai dividendi ed al voto in assemblea, oltre a garantire l’azionista in casi di liquidazione della società.

    Le azioni di risparmio prevedono alcuni privilegi in materia patrimoniale, quindi in fase di distribuzione utili e dividendo. Tuttavia, non prevedono il diritto di voto nelle assemblee dei soci ordinarie e straordinarie.

    Infine, le azioni privilegiate sono così definite in quanto conferiscono una priorità al possessore in fase di distribuzione degli utili o in caso di liquidazione aziendale. Non è previsto il diritto di voto nella assemblee ordinarie mentre è concesso per quelle straordinarie.

    Come scegliere le azioni da comprare?

    Scegliere quali azioni comprare è un processo che richiede alcune conoscenze specifiche e soprattutto un occhio allenato a passare in rassegna grafici ed indicatori utili.

    Noi di Insider24, per semplificare questo processo, abbiamo individuato alcuni criteri utili al momento di investire in azioni.

    Quali criteri bisogna considerare per comprare azioni redditizie? Ecco una lista con i 5 suggerimenti più importanti.

    1. Analizzare lo storico: la finalità è quella di comprendere se l’azienda ha i numeri per un rialzo o se si trova già al suo massimo
    2. Studiare il Bilancio: le SPA devono avere per legge il bilancio pubblico, sarà utile scaricarlo ed analizzare pro e contro
    3. Conoscere i competitors: i concorrenti da studiare sono una parte basilare dell’analisi aziendale
    4. Studiare del settore: bisogna capire quali sono le prospettive generali del segmento dove opera l’azienda
    5. Valutare il Timing: scegliere il momento giusto per investire in Borsa è una qualità vincente per generare profitti

    A queste considerazioni generali possiamo aggiungere 3 criteri di estrema importanza da valutare prima di comprare azioni.

    Price Earning

    L’indicatore per eccellenza del mercato azionario. Indica la relazione tra il prezzo azionario e gli utili, fornendo utili indicazioni per capire se un titolo è sovrastimato o sottostimato. Certo, occorre sempre inserire il P/E in un contesto più ampio e non prenderlo come valore assoluto.

    In linea di massima, minore sarà il P/E e maggiori saranno le opportunità di crescita per il titolo. Al contrario, un valore alto di P/E indica che molto probabilmente il valore dell’azione in questione è ormai saturo e la marcia rialzista potrebbe presto invertirsi.

    Dividendo

    Un’azienda solida e ben capitalizzata con buona probabilità elargirà dividendi corposi ai suoi azionisti. Ciò indica uno stato di salute ottimale per la società e di conseguenza ci sembrerà valida l’idea di investire su di essa.

    Anche in questo caso, i dividendi non rappresentano un valore universale. Ci sono tantissime ottime azioni, soprattutto nel campo Tech, che per scelta reinvestono gli utili nell’azienda anziché remunerare gli azionisti. Amazon, Apple o Tesla sono alcuni esempi.

    Quindi va bene considerare il dividendo al momento di investire in azioni, ma senza dimenticare il settore di riferimento e soprattutto la reale capacità del titolo di generare ottime performance sui mercati.

    Price to Book

    Questo indicatore (P/B) indica il rapporto esistente tra capitalizzazione di mercato e patrimonio netto dell’azienda. La finalità è quella di stabilire se un’azienda è sopravvalutata o meno.

    In altre parole, un valore eccessivamente alto indica che il titolo azionario ha un valore di gran lunga maggiore rispetto ai cosiddetti -fondamentali- dell’impresa. Ecco che nel breve periodo il prezzo potrebbe scendere (anche bruscamente).

    Per semplificare questo indicatore, il valore 1 indica che l’impresa è in equilibrio. Bisognerà quindi considerare lo scostamento da questo valore per stabilire se le sue azioni sono sopravvalutate o meno.

    Come e dove comprare azioni?

    Adesso che abbiamo ben chiare le idee su come valutare ogni singola azienda, possiamo procedere con l’acquisto del pacchetto azionario: come fare?

    Le opzioni per comprare azioni sono 3:

    1. Banca
    2. SIM (società intermediazione mobiliare)
    3. Broker online

    Scopriamo Pro e Contro per ogni soluzione proposta.

    Banca

    La modalità tradizionale per comprare azioni: la banca. Tuttavia, negli ultimi anni questa opzione è andata in lento ed inesorabile declino.

    Le motivazioni risiedono nel processo lungo e costoso per aprire un conto titolo. Innanzitutto occorre essere correntisti della banca, successivamente bisognerà coprire le imposte amministrative ed infine aprire un conto titoli.

    Il Trading bancario comporta anche costi fissi per ogni eseguito e la negoziazione avviene su piattaforme complesse e non adatta a principianti.

    SIM

    Affidarsi ad una SIM per comprare azioni vuol dire mettere i nostri soldi in mano ad un consulente finanziario e sperare che investa con successo. Non il massimo per coloro che amano gestire in prima persona il denaro.

    Ovviamente questo servizio presenta anche dei costi fissi da pagare anche se l’investimento non sarà redditizio.

    Broker Online

    Comprare azioni con un Broker online è la scelta più conveniente dal punto di vista economico. I costi fissi sono assenti ed il livello di sicurezza è altissimo: banche e broker devono entrambi sottostare alle regolamentazioni Europee.

    In sostanza, il livello di sicurezza è lo stesso: la differenza risiede nei costi fissi, assenti nei Broker CFD.

    Il termine CFD indica Contract For Difference, ovvero uno strumento finanziario derivato che permette di speculare sull’andamento di un’azione, senza però diventare “azionisti” a tutti gli effetti.

    Questo implica alcuni vantaggi importanti:

    • Zero costi fissi
    • Nessuna spesa di apertura conto titoli
    • Possibilità di vendita allo scoperto

    Quali sono i migliori Broker per comprare azioni in CFD? Piattaforme come eToro o OBRinvest sono ormai delle realtà estremamente note sul nostro territorio, così come Plus500 o Trade.com.

    Migliaia di Asset negoziabili, piattaforme intuitive ed assistenza clienti H24, tutto il meglio per investire in azioni comodamente online.

    comprare azioni

    Migliori azioni da comprare

    Quali sono le migliori azioni che vale la pena comprare? Sulla base di performance passate, price/earning e potenzialità per i prossimi 12 mesi, ecco i 5 titoli più interessanti:

    Come possiamo vedere il settore Tech Statunitense continua ad essere quello più interessante e performante. Occhio anche alle numerose IPO che nei prossimi mesi promettono di stupire il mondo (Deliveroo e Instacart su tutte!).

    Conclusioni

    In questa guida abbiamo analizzato nel dettaglio come e dove comprare azioni senza commissioni fisse ed in totale sicurezza.

    Noi di Insider24 abbiamo passato in rassegna tutte le considerazioni da fare prima di investire sul mercato azionario, stabilendo i criteri per valutare l’acquisto di un titolo azionario.

    In questo processo ci verrà in aiuto il Broker scelto, ovvero l’intermediario che ci permetterà di accedere ai mercato azionario. Per scegliere il migliore basterà attivare un conto Demo nel giro di pochi minuti (senza nessun costo) ed iniziare ad investire con denaro virtuale.

    Ecco la tabella con tutti i migliori Broker azionari dive registrarsi senza costi:

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 200€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: obrinvest
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Come comprare azioni senza commissioni?

    Per farlo occorre attivare un conto Trading su un Broker CFD e negoziare i titoli azionari online e senza costi fissi. Tutte le info nella nostra guida.

    Quanto denaro occorre per comprare azioni?

    Se scegliamo di investire in azioni con i contratti CFD basteranno anche solo €100 per attivare un conto Trading su un Broker specializzato nell’azionario.

    Quali sono le migliori azioni da comprare?

    Tutte quelle che hanno una capitalizzazione solida, un Price Earning basso ed un Business Plan solido rappresentano ottime opportunità di investimento. Nella nostra guida una classifica completa.

    Quali sono i migliori Broker per comprare azioni?

    In Italia le piattaforme regolamentate più utilizzate e rinomate per la compravendita di azioni sono eToro, Trade.com e Plus500.

    Precedente

    Azioni IBM [Quotazione e prezzo in tempo reale]

    Azioni Merck MRK [Quotazione e Prezzo in Tempo reale]

    Successivo

    Lascia un commento