Giocare in Borsa: guida completa per iniziare il trading [2021]

Publicado: 24 Marzo, 2021 por Info

Giocare in Borsa conviene? E’ un’attività alla portata di un principiante oppure bisogna essere veramente esperti per avere successo?

In questa guida rispondiamo in modo semplice a queste domande: spieghiamo come iniziare a giocare in Borsa, anche partendo veramente da zero.

Giocare in Borsa è veramente alla portata di tutti, anche di chi non ha mai fatto investimenti. Allo stesso tempo deve essere chiaro che non si tratta di un gioco (il nome può confondere): è un investimento serio, che deve essere affrontato con un minimo di preparazione e con gli strumenti giusti.

Proprio per questo, all’interno di questa guida dedichiamo ampio spazio allo strumento principale per giocare in Borsa: la piattaforma di trading.

E’ noto che spesso la differenza tra i principianti che perdono soldi e quelli che li guadagnano è rappresentata proprio dalla piattaforma per giocare in Borsa che utilizzano.

Recensiamo, quindi, tutte le migliori piattaforme adatte anche ai principianti. Un esempio?

eToro: piattaforma molto apprezzata dai principianti perché semplice e gratuita ma soprattutto perché è l’unica che consente di copiare, in modo completamente automatico, quello che fanno i migliori trader del mondo.

In questo modo anche i principianti riescono a ottenere da subito gli stessi rendimenti dei professionisti anche quando hanno appena cominciato a giocare in Borsa.

Se vogliono possono addirittura imparare osservando in diretta le operazioni dei migliori.

Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui.

Cosa vuol dire Giocare in Borsa

Il punto più importante da chiarire è cosa significa Giocare in Borsa. Si tratta di un’espressione entrata nell’uso comune ormai da anni, per questo la usiamo. Tuttavia deve essere chiaro da subito che non si tratta affatto di un gioco: anzi, possiamo dire che investire in Borsa a caso o fidandosi dell’istinto è il modo migliore per perdere soldi.

Giocare in Borsa significa fare trading sul mercato azionario: comprare azioni (e venderle) per ottenere un profitto il più elevato possibile.

Per giocare in Borsa si utilizza una piattaforma di trading che effettua gli ordini dell’utente. Sostanzialmente, gli ordini sono di due tipi:

  1. Comprare un’azione per ottenere un profitto quando il suo prezzo aumenta
  2. Vendere allo scoperto un’azione per ottenere un profitto quando il suo prezzo diminuisce

La vendita allo scoperto è un’operazione speculativa: non bisogna comprare un’azione prima di poterla vendere allo scoperto (ecco perché questo nome).

Non è importante capire i dettagli tecnici (che comunque puoi vedere cliccando qui) visto che le piattaforme di trading semplificano tutto: l’unica cosa che devi sapere è che puoi guadagnare anche quando il prezzo di un’azione scende.

Chi gioca in Borsa, quindi, ha la possibilità di ottenere un profitto qualunque sia la condizione del mercato: l’unica cosa davvero importante è fare una previsione attendibile.

Per chi non è in grado di farlo, c’è sempre la possibilità di copiare i migliori oppure farsi guidare passo a passo (almeno all’inizio) dagli esperti messi a disposizione dalla piattaforma di trading.

Come iniziare a giocare in Borsa

Ecco che cosa deve fare un principiante che vuole cominciare a giocare in Borsa:

  1. Imparare alcuni concetti fondamentali
  2. Iscriversi su una piattaforma di trading affidabile
  3. Esercitarsi con una demo gratuita
  4. Effettuare il primo deposito
  5. Comprare e vendere azioni con denaro reale

Imparare la Borsa

Per prima cosa, quindi, bisogna imparare alcuni concetti fondamentali: la Borsa non è un gioco, è un mercato che funziona in base a determinate regole (non molte) che devono essere capite prima di cominciare a fare trading.

Ovviamente questo non significa che bisogna spendere soldi per acquistare corsi a pagamento. Uno dei migliori corsi di trading per imparare a giocare in Borsa è completamente gratuito.

Si tratta del corso offerto gratuitamente ai suoi iscritti dalla piattaforma OBRinvest. Questo corso è diventato rapidamente famoso perché è uno dei pochi che spiega i concetti in modo pratico, semplice e preciso.

Insomma, una guida indispensabile per un principiante agli inizi. Tra l’altro è anche completamente gratis a differenza di molti corsi che sono a pagamento e costano davvero tanto.

Puoi scaricare gratis la guida alla Borsa di ForexTb cliccando qui.

Come scegliere la piattaforma per giocare in Borsa

Il secondo punto è forse il più importante di tutti: bisogna scegliere una piattaforma di trading per operare sul mercato.

La piattaforma (o broker) si occupa di gestire un conto di trading, alimentato dall’investitore con un deposito iniziale. La buona notizia è che le migliori piattaforme consentono di cominciare con un capitale davvero minimo, tra i 10 e i 250 euro.

Con questo capitale, l’investitore può fare operazioni di acquisto o vendita allo scoperto. La piattaforma eseguirà l’operazione usando il denaro presente nel conto di trading dove, alla fine, riaccredita il capitale e gli eventuali profitti generati.

Come deve essere la piattaforma ideale per iniziare a giocare in Borsa?

  1. Sicura: solo le piattaforme autorizzate e regolamentate sono davvero affidabile e garantiscono la sicurezza del denaro depositato
  2. Facile da usare
  3. In lingua italiana
  4. Senza costi o commissioni fisse
  5. Con una demo gratuita, illimitata e senza vincoli

Dove giocare in Borsa online

Qui sotto, l’elenco completo delle migliori piattaforme per giocare in borsa online, adatte anche ai principianti:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    75,80% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: capital
    Deposito Minimo: 20€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma Metatrader MT4
  • Decine di criptovalute
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    eToro

    eToro è davvero una delle piattaforme preferite da coloro che iniziano a giocare in Borsa online.

    Il motivo è semplice: oltre a essere semplicissima da utilizzare e gratuita, è l’unica piattaforma che consente di copiare, in modo completamente automatico, quello che fanno i migliori trader.

    Come è possibile? Grazie all’innovativo software Copytrader (brevettato), l’utente ha la possibilità di trovare i trader che nel passato hanno ottenuto i maggiori rendimenti con il minimo rischio. E’ addirittura possibile approfondire per scoprire i mercati preferiti, le strategie e la propensione al rischio di questi trader.

    In base a questi dati (ma di solito i profitti ottenuti sono più che sufficienti), l’utente può scegliere quali trader vuole copiare.

    Sarà il software di trading automatico di eToro che si occuperà di replicare, in tempo reale, le operazioni fatte dai trader professionisti nel conto di trading dell’utente.

    Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui.

    Il deposito minimo per cominciare a operare con eToro è di 200 euro. La piattaforma mette anche a disposizione un conto demo gratuito, illimitato e senza vincoli. Chi scegli di cominciare con una demo non deve necessariamente effettuare il deposito.

    OBRinvest

    OBRinvest è l’altra grande opzione per chi vuole cominciare a giocare in Borsa senza errori. La piattaforma è gratuita, molto intuitiva e quindi perfetta per i principianti.

    Tutti gli iscritti vengono seguiti passo a passo da un vero esperto che fornisce indicazioni e consigli. In questo modo anche chi sta muovendo i primi passi con la Borsa riesce a muoversi senza problemi.

    Abbiamo già parlato di uno dei più grandi vantaggi di OBRinvest: la possibilità, per tutti gli iscritti, di scaricare gratuitamente uno dei migliori corsi sulla Borsa oggi disponibile in italiano (puoi scaricarlo gratis cliccando qui).

    Inoltre, OBRinvest mette a disposizione gratuitamente dei suoi iscritti un conto demo gratuito, illimitato e senza vincoli, particolarmente adatto per chi vuole iniziare a fare esperienza con la Borsa senza rischiare nulla.

    Puoi iscriverti gratis su OBRinvest cliccando qui.

    Il deposito minimo di OBRinvest è di appena 250 euro ma è possibile non depositare nulla se si sceglie di operare con la demo gratuita.

    Giocare in Borsa: la simulazione con le demo

    Una volta scelta la piattaforma di trading, è consigliabile investire un po’ di tempo con un conto demo. Si tratta di un conto che funziona con gli stessi meccanismi del conto di trading (in realtà è identico) con l’unica differenza che il denaro utilizzato è virtuale.

    In pratica, con una demo si può giocare in Borsa per finta ma con gli stessi identici prezzi del mercato. Profitti e perdite sono però virtuali e quindi si può cominciare senza nessun rischio.

    Usare una demo o simulazione di borsa è un’idea vincente, per questo motivo abbiamo selezionato esclusivamente piattaforme di trading che offrono una demo gratuita e illimitata.

    Grazie alle demo, infatti, è possibile accumulare facilmente la necessaria esperienza per giocare in Borsa senza dover rischiare nulla. Detto in altre parole, con la demo si evitano facilmente le perdite dovute all’ignoranza e all’inesperienza.

    Primo deposito

    La demo è solo un modo per esercitarsi e migliorare. Dopo un po’, conviene comunque iniziare a operare con denaro reale.

    Imparare a giocare in Borsa, infatti, non significa solo conoscere le tecniche e le strategie, significa anche apprendere a dominare le emozioni.

    Paura e avidità possono giocare brutti scherzi quando si fa trading in Borsa e il trader deve imparare a dominarle.

    Con le demo si impara tanto ma, purtroppo, non si può imparare a dominare le emozioni. Ecco perché conviene effettuare un primo deposito e cominciare a operare con denaro reale.

    Quanti soldi servono per giocare in Borsa?

    Per fortuna, le migliori piattaforme di trading che abbiamo selezionato consentono di cominciare con un capitale molto piccolo (tra i 10 e i 250 euro). Questo mette i principianti nella condizioni di iniziare a giocare in Borsa gradualmente.

    E’ importante sottolineare che il denaro depositato sul conto di trading non appartiene alla piattaforma  ma al trader che può ritirarlo in qualunque momento.

    Giocare in Borsa conviene?

    Molti principianti si chiedono se giocare in Borsa conviene o no. Per prima cosa, è meglio mettere in chiaro che giocare in Borsa non è assolutamente obbligatorio e anzi non è un’attività adatta a tutti.

    E’ vero che imparare è facile ma per raggiungere il successo ci vuole una giusta mentalità, un pizzico di coraggio e voglia di imparare.

    Insomma, se sei pigro, hai paura di tutto o consideri la perdita di pochi euro una tragedia cosmica, allora la Borsa non fa per te e non ci sono problemi. Ripetiamo: non è obbligatorio giocare in Borsa.

    Se invece hai voglia di imparare e di impegnarti seriamente, allora sì, possiamo dire che giocare in Borsa conviene veramente a queste condizioni:

    • Utilizzare piattaforme di trading affidabili e sicure, meglio se adatte ai principianti
    • Investire tempo e impegno per studiare e fare prove con le simulazioni
    • Avere chiaro che con le migliori piattaforme è possibile guadagnare sia quando la Borsa sale sia quando scende

    Molti principianti, infatti, pensano che si possa guadagnare solo quando la Borsa è in crescita. Queste persone perdono la grossa opportunità di guadagnare con le vendite allo scoperto.

    Ecco perché è veramente importante studiare un buon corso, come quello di OBRinvest di cui abbiamo parlato nell’articolo prima di cominciare.

    Come giocare in Borsa e controllare il rischio

    Molto spesso si sente dire che giocare in Borsa è rischioso. Che cosa c’è di vero? Effettivamente chi decide di iniziare a giocare in Borsa deve mettere in conto che ci sono dei rischi.

    Alcuni di questi rischi possono essere evitati facilmente: ad esempio, un rischio grave è quello di perdere soldi per ignoranza o non conoscenza dei meccanismi della Borsa. Chi comincia studiando un buon corso, ovviamente, evita completamente questo rischio.

    Un altro rischio che si può evitare molto facilmente è quello di subire truffe o raggiri: chi sceglie piattaforme di trading autorizzate e regolamentata ha la certezza che non sarà truffato.

    Un rischio invece che non può essere eliminato (ma controllato sì) è quello relativo al mercato. La Borsa è imprevedibile, nessuno nemmeno l’investitore più bravo è capace di fare previsioni corrette nel 100% dei casi.

    E ovviamente se si sbagliano le previsioni si perdono soldi. Insomma, se decidi di comprare azioni Amazon perché pensi che saliranno e invece scendono, devi mettere in conto una perdita.

    Questo tipo di rischio, però, può essere controllato. Esistono due sistemi.

    Money management

    Il primo è quello di fare money management (in italiano, gestione del denaro). Consiste nel suddividere il capitale disponibile sul conto di trading in piccole quote da utilizzare ciascuna su una singola operazione.

    In questo modo, anche se un’operazione va male le perdite sono molto più che compensate dai profitti fatti con le altre operazioni.

    Insomma, se perdi i soldi con Amazon puoi recuperare con l’operazione che contemporaneamente hai fatto sulle azioni di Tesla.

    Stop loss

    Il secondo sistema per controllare il rischio quando si gioca in Borsa è lo Stop Loss. Le migliori piattaforme di trading, infatti, consentono di specificare qual è la perdita massima che si è disposti a subire per ogni singola operazione.

    Quando questo livello di perdita viene raggiunto, la piattaforma chiude l’operazione in modo automatico.

    Teoricamente, è possibile impostare gli stop loss in modo estremamente basso, in modo da chiudere le operazioni con perdite veramente piccole.

    Il problema, in questo caso, è che quasi tutte le operazioni potrebbero essere chiuse per perdite minime, visto che la Borsa è spesso volatile.

    In pratica, succederebbe spesso che operazioni potenzialmente con un grosso profitto siano chiuse per delle piccole oscillazioni momentanee.

    Detto in altre parole, giocare in Borsa con stop loss molto piccolo minimizza le perdite ma anche gli eventuali profitti: ecco perché si tende a inserire stop loss un po’ più grandi del minimo.

    In ogni caso alcune strategie di Borsa vincenti, come quella di Nassim Taleb, si basano proprio su stop loss molto piccoli.

    Come Giocare in Borsa

    Come Giocare in Borsa: Conclusioni

    In questa guida abbiamo spiegato nel dettaglio come iniziare a giocare in Borsa senza commettere errori. Abbiamo anche presentato le migliori piattaforme di trading, consigliate anche per i principianti.

    La Borsa oggi rappresenta una grande opportunità di investimento anche per chi inizia veramente da zero: in ogni caso ci vogliono gli strumenti giusti e una buona preparazione di base.

    La buona notizia è che oggi le piattaforme di trading sono facili da usare, ad esempio con eToro si possono copiare automaticamente i migliori investitori del mondo.

    Qual è la miglior piattaforma per iniziare a giocare in Borsa?

    Probabilmente eToro visto che consente di copiare automaticamente quello che fanno i migliori investitori.

    Conviene giocare in Borsa?

    Con una preparazione adeguata e selezionando accuratamente la piattaforma di trading, sì, possiamo dire che conviene.

    [Totael: 0 Media: 0]
    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato.