Azioni Enel ENEL [Quotazione e Prezzo in tempo reale]

Publicado: 17 Giugno, 2021 por Lorenzo

Ecco una guida completa sulle azioni Enel ENEL, con la storia e le caratteristiche dell’azienda di energia e l’andamento del suo titolo in borsa.

Enel Andamento e Previsioni

Il titolo Enel ENEL ha registrato un andamento del tutto positivo, con normali battute d’arresto e cenni di ribasso ma sempre con una successiva ripresa.

A seguito di una profonda decrescita avvenuta nel 2012, infatti, le azioni Enel hanno ripreso a crescere e sono attualmente tra le più equilibrate e prospere nel mercato di riferimento dell’azienda. Come già detto, il motivo può essere sicuramente attribuito all’ampio volume d’affari della multinazionale ed alla sua posizione di leader mondiale nel settore energetico.

Il target price delle azioni al momento è pari a 8,80 EUR, prezzo, secondo gli analisti, destinato a crescere ancora.

Ecco gli step più importanti della crescita del titolo Enel ENEL:

  • 1999 – 2003: da 7,02 a 5,09 EUR
  • 2003 – 2006: da 5,09 a 6,77 EUR
  • 2006 – 2009: da 6,77 a 4,47 EUR
  • 2009 – 2012: da 4,47 a 3,09 EUR
  • 2012  – 2015: da 3,09 a 3,68 EUR
  • 2015 – 2018: da 3,69 a 5,34 EUR
  • 2018 – 2021: da 5,34 a 8,80 EUR

Questi erano i passaggi fondamentali, percorsi dalle azioni Enel nel corso del tempo, a partire dalla quotazione del gruppo in borsa. Ricordiamo che le azioni Enel sono tra le migliori azioni green da comprare.

Azioni Enel Storia

Nata come Ente nazionale per l’energia elettrica, Enel è una multinazionale italiana attiva nel settore dell’energia elettrica e nella fornitura di gas. Costituito come ente pubblico, il gruppo è oggi una società per azioni quotata in borsa nonché una delle principali realtà mondiali del settore energetico.

La compagnia prende forma per rispondere all’esigenza di incrementare la produzione di energia elettrica nel territorio italiano e di migliorarne la distribuzione. Per questa ragione nel Paese, in cui dapprima si produceva energia attingendo alle sue risorse idrogeologiche, subentra un ente pubblico deputato all’unificazione del sistema elettrico nazionale ed a quella delle tariffe economiche, che sarebbero divenuto di eguale importo sulla base delle classi di consumo.

Con questi presupposti, nel 1962 nasce ufficialmente l’azienda Enel, che provvede alla realizzazione di centrali elettriche ed infrastrutture adeguate sul territorio italiano e, cosa importante, all’acquisizione dei produttori e distributori di energia elettrica, fatta eccezione delle imprese municipalizzate e di tutte quelle che non producessero più di 10 milioni di chilowattora annuali. A seguito del provvedimento, Enel ingloba numerose società di energia elettrica diffuse sulla penisola, tra cui emergono:

  • SIP
  • Edison Volta
  • SADE
  • SEEE
  • OEG
  • SELT
  • SRE
  • SME
  • SGES
  • SEC
  • Carbosarda

Mosso dall’obiettivo di facilitare la distribuzione di energia elettrica nelle aree rurali e poco servite ed anche da quello innovare i sistemi di approvvigionamento delle risorse energetiche, l’ente attua nel tempo un utile piano di elettrificazione rurale ed, in seguito, riduce il consumo di idrocarburi al fine di adottare alternative quali fonti idroelettriche, carbone, rifiuti ed energia nucleare.

Questi sono, a questo punto, i passaggi salienti relativi alla storia del gruppo Enel ed alla sua evoluzione:

  • Realizzazione di 4 importanti centrali elettronucleari nel territorio italiano
  • Referendum sul nucleare a seguito del disastro di Černobyl
  • Liberalizzazione del mercato energetico italiano
  • Adozione di fonti rinnovabili

Con il progetto di liberalizzazione dell’industria dell’energia elettrica in Italia, dunque, Enel diviene in primo luogo una SpA e quota le sue azioni presso la Borsa Italiana, assumendo la denominazione di Enel S.p.A. ma vedendo come principale azionista lo stesso Ministero dell’economia e delle finanze.

Impegnata assiduamente nell’acquisizione di compagnie globali del settore ed attenta alle politiche ambientali e delle emissioni, la multinazionale è oggi uno dei maggiori gruppi industriali al mondo ed uno tra i più capitalizzati, con una struttura che la vede attiva in più settori del mercato energetico.

Azioni Enel Dati Rilevanti

FONDAZIONE 1962 – ROMA
SEDE PRINCIPALE ROMA – ITALIA
CEO FRANCESCO STARACE
SLOGAN WHAT’S YOUR POWER?

Enel Modello di Business

Come anticipato in apertura dell’articolo, l’azienda è principalmente attiva nei comparti dell’energia elettrica e del gas naturale, curandone ogni fase nell’ambito dei processi aziendali.

Con interessi in numerose aree del pianeta, infatti, Enel si occupa di produzione, distribuzione e commercializzazione delle energie, con una costante attività di ricerca e sviluppo nella sfera della trasmissione dell’energia elettrica e ben 4 linee di business nella struttura aziendale. Le aree di interesse di Enel S.p.A. sono rispettivamente:

  • Generazione Globale (produzione di energia elettrica)
  • Infrastrutture e Reti Globale (infrastrutture e trasporto dell’energia)
  • Trading Globale (prodotti per l’alimentazione delle centrali termoelettriche e servizi di produzione e distribuzione)
  • Enel X (servizi di valore aggiunto)

A livello globale, il gruppo è presente in Europa, Nord America, America Latina, Africa, Asia e Oceania, con una copertura ed una presenza pressoché capillare in molti paesi del mondo e con più società controllate dal gruppo.

In Italia, la società Enel eroga i servizi di produzione e vendita dell’energia elettrica, per mezzo di diverse società appartenenti alla struttura organizzativa della multinazionale. Le imprese con cui questa opera nel territorio italiano sono rispettivamente:

  • Enel Produzione
  • Servizio Elettrico Nazionale
  • Enel Energia
  • Enel Green Power

Nell’ambito delle infrastrutture, la compagnia opera con le società:

  • e-distribuzione
  • Enel Sole

Andiamo ad analizzare nello specifico ognuna delle aziende partecipate, individuandone caratteristiche e mercato di riferimento.

Enel Produzione

Si tratta della divisione del gruppo, deputata alla generazione di energia elettrica. Fondata nel 1999 a Roma, la società è una S.p.A. nonché principale produttore energetico del territorio italiano; per mezzo di Enel Produzione S.p.A., il gruppo detiene il 51% dell’azienda Energy Hydro Piave.

Servizio Elettrico Nazionale

Nato nel 2007, è il ramo dell’azienda che si occupa della vendita di energia elettrica ai clienti sottoposti a regime di maggior tutela. La società, infatti, serve gli utenti del mercato vincolato, vale a dire dei consumatori che fruiscono di un’opzione prevista dal mercato energetico italiano, che gli garantisce l’erogazione dei servizi con condizioni e tariffe stabilite dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente).

Enel Energia

Anch’essa controllata da Enel S.p.A., il principale fornitore di energia elettrica in Italia, la società è attiva nei settori di energia e gas naturale. Nata nel 2003 per proporre i servizi della sua offerta commerciale agli utenti del mercato libero, la compagnia è anch’essa una società per azioni ed ha sede centrale a Potenza e sito operativo a Roma.

Enel Green Power

L’azienda nasce nel 2008 per gestire tutte le attività afferenti alla produzione di energia pulita. Leader globale nel mercato delle energie sostenibili, Enel Green Power opera in 27 paesi del mondo ed impiega varie fonti, quali:

  • solare
  • geotermico
  • eolico
  • idroelettrico

Con una infrastruttura che conta oltre 1200 impianti ed una posizione dominante nel mercato delle rinnovabili che ne ha permesso il successo e la quotazione in Borsa Italiana, Borsa di Madrid nonché di Barcellona, Bilbao e Valencia.

e-distribuzione

Si tratta del ramo aziendale attivo nella distribuzione dell’energia elettrica. Sita a Roma, la società nasce nel 1999 ed è oggi operativa nella diffusione dei prodotti energetici agli utenti del mercato libero e nella vendita dell’energia ai soli clienti del mercato vincolato.

Enel Sole

Nata nel 1999, l’azienda è la divisione della multinazionale attiva nel comparto dell’illuminazione pubblica e di quella artistica. Situata a Roma, la società impiega circa 300 collaboratori ed è attiva, oggi, in 4000 comuni italiani, disponendo di circa 2 milioni di punti luce e, dunque, di una quota di mercato pari al 21%.

Enel Sedi Operative

Come specificato nei precedenti paragrafi, Enel S.p.A. è ad oggi il gruppo energetico maggiormente attivo a livello globale. Con una capitalizzazione di mercato che si configura come la più alta d’Europa e una tra le maggiori nel mondo, la società opera in più continenti con sedi operative ed amministrative.

L’azienda eroga servizi di produzione, distribuzione e commercializzazione in:

  • Europa
  • America Latina
  • Nord America
  • Asia
  • Africa
  • Oceania

Nello specifico, Enel è attualmente impegnata in molteplici paesi del mondo, tra cui:

  • Italia
  • Spagna
  • Portogallo
  • Russia
  • Slovacchia
  • Romania
  • Francia
  • Bulgaria
  • Grecia
  • Croazia
  • Germania
  • Polonia
  • Paesi Bassi
  • Regno Unito
  • Irlanda
  • Canada
  • Stati Uniti
  • Argentina
  • Brasile
  • Cile
  • Costa Rica
  • Guatemala
  • Messico
  • Panama
  • Perù
  • Uruguay
  • Algeria
  • Marocco
  • Sudafrica
  • Zambia
  • India
  • Singapore
  • Corea del Sud
  • Australia
  • Nuova Zelanda

In ognuno di questi luoghi, il gruppo gestisce attività operative e di gestione nonché centrali elettriche e reti di distribuzione, in alcuni casi tra le più grandi in molti dei paesi che abbiamo menzionato.

Azioni Enel Dividendo

Una tra le domande più frequenti in merito alla possibilità di investire nell’azienda è: le azioni Enel distribuiscono il dividendo?

Questo perché è può accadere che gruppi industriali ed compagnie molto strutturate, decidano di non pagare dividendi al fine di destinare le risorse ad attività strategiche per la società. Ad adottare spesso questa politica sono soprattutto le imprese del comparto tech, che decidono di non distribuire utili per destinarli a ricerca e sviluppo di nuovi prodotti.

Nel caso di Enel S.p.A., la multinazionale ha pagato un dividendo per il 2020 (in relazione all’anno fiscale 2019) pari a 0,328 EUR per azione. L’importo è stato distribuito in due tranche.

Enel Partners e Competitors

L’asset di Enel nel mondo è composto principalmente da reti, centrali ed unità di ricerca e sviluppo. A questi, però, vanno aggiunte le numerose collaborazioni che l’azienda stipula costantemente, al fine di interagire con il mondo intero e di migliorare le proprie prestazioni.

Con obiettivi quali quelli di ampliare reti vendita e distribuzione, efficientare processi ed accelerare lo sviluppo di nuovi prodotti, infatti, Enel si lega a realtà aziendali e non sul territorio globale per mantenere alta la propria quota di mercato ed emergere rispetto ai maggiori concorrenti.

Partners

Ecco i principali partners di Enel S.p.A. nel mondo, ognuno di questi è attivo nel settore accademico, tecnologico o in quello energetico:

  • Amazon Web Services
  • Bidgely
  • Cisco
  • Amber Kinetics
  • Freewire
  • Smart Cities Council
  • UL Global Compact
  • InnoCentive
  • IBM
  • Nozomi Networks
  • Metbus
  • Uanbai
  • MERIC
  • Choice
  • Eneida
  • DESCRAMBLE
  • Schneider Electric
  • Andrea Fantini Racing
  • Arise
  • Bonifiche Ferraresi
  • Università degli Studi “RomaTre”
  • Rosseti
  • Dewa
  • Liter of Light
  • ABB Fia Formula E
  • BYD
  • Shenzen Kaifa Technology
  • Nissan

Altrettanto importante è la rete di punti vendita controllata dall’azienda, che gestisce franchising del progetto Green Power e numerosi negozi fisici affiliati al gruppo.

Competitors

Ecco i principali competitors di Enel S.p.A. facendo riferimento ai maggiori gruppi mondiali:

  • Iberdrola
  • EDF
  • Edison
  • Exelon
  • Scottish Power
  • MidAmerican Energy
  • Evergy

Quelle menzionate sono le più importanti realtà internazionali per volume d’affari, produzione e clienti. Pur non detenendo alte quote di mercato, stanno vedendo una rapida crescita aziende e strumenti basati sulla gestione e sul pagamento digitale (spesso su app per smartphone) delle fatture di luce e gas.

Dove comprare azioni Enel?

Approfondite storia, strategie ed informazioni utili riguardo l’azienda, è ora importane analizzare i migliori strumenti con cui negoziare azioni online.

Utilizzare broker validi, infatti, è fondamentale per la profittabilità delle operazioni e ricopre un ruolo essenziale della propria attività di trading. Per evitare, infatti, di incontrare presunti sistemi automatici ed infallibili, è bene far riferimento ad alcuni requisiti imprescindibili di cui le piattaforme di trading devono disporre.

Tra questi troviamo:

  • Autorizzazione e Regolamentazione Internazionale
  • Operatività CFD
  • Formula Zero Commissioni
  • Rapidità

Con questi presupposti, ecco quale, secondo noi di Insider24, è il miglior broker online con cui investire in azioni Enel; questo perché si distingue per semplicità d’uso, rapidità e trasparenza.

eToro

Una delle piattaforme più valide con cui comprare azioni Enel è sicuramente eToro, perché autorizzato e regolamentato a livello internazionale e collocato tra i broker più diffusi nel mondo del trading.

Con oltre 10 milioni di utenti attivi, infatti, lo strumento è particolarmente apprezzato poiché permette di negoziare azioni Senza Commissioni e Senza Costi Fissi, rendendo gli investimenti online molto più semplici da realizzare.

azioni enel etoroTra le caratteristiche distintive della piattaforma troviamo l’operatività CFD e la possibilità di accedere ad un Conto Demo Gratuito, che permette di operare senza investire denaro reale. A fare la differenza, però, è l’innovativa funzione di Copy Trading, con cui replicare fedelmente le operazioni del trader più capaci e riprodurne i risultati.

Tutto ciò per migliorare sensibilmente l’esperienza di trading online e rendere l’attività accessibile anche ai meno esperti.

Per accedere al Copy Trading ed iniziare a negoziare azioni Senza Commissioni, clicca su questo link:

Entra ora ed inizia ad investire in Enel con eToro!

Conclusioni

Investire nel titolo Enel ENEL, dunque, risulta essere una scelta intelligente, considerata l’importanza del gruppo nel mondo e l’andamento delle sue azioni negli ultimi anni.

In questo articolo abbiamo fornito dati ed informazioni utili circa il principale gruppo energetico al mondo e la sua storia; abbiamo analizzato le sue strategie ed approfondito l’andamento del titolo Enel ENEL.

Abbiamo, inoltre, focalizzato la nostra attenzione sui requisiti fondamentali di cui le piattaforme di trading con cui operiamo devono disporre, perché possano essere definite affidabili. A questo proposito, noi di Insider24, abbiamo indicato il broker eToro come il migliore con cui investire in Enel S.p.A.. Questo perché autorizzato autorizzato, rapido, trasparente e dotato di Formula Zero Commissioni.

Tutto ciò, con il fine di guidare gli utenti, anche i meno esperti, verso un’operatività serena, magari, profittevole nel trading online.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: obrinvest
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Quando nasce Enel?

    Nata nel 1962, l’azienda nasce come Ente Nazionale per l’Energia Elettrica, per unificare tariffe e produttori di energia elettrica nel territorio italiano.

    Dove comprare azioni Enel?

    Abbiamo indicato la piattaforma eToro come la più affidabile con cui investire in Enel, questo perché regolamentata, semplice nel suo utilizzo e con Zero Commissioni.

    [Totael: 0 Media: 0]
    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato.