Azioni Apple AAPL [Quotazione e Prezzo in tempo reale]

Publicado: 15 Giugno, 2021 por Lorenzo

Ecco la guida con quotazione e prezzo in tempo reale delle azioni Apple AAPL. In seguito, anche caratteristiche e andamento delle azioni dell’azienda.

Apple Inc
NASDAQ
AAPL
145.89 USD

Apertura: 143.445$ Variazione Giornaliero %: +0.72494
Mass. Giornaliero: 146.055$ Mass. Annuale: 157.26$
Min. Giornaliero: 143.16$ Min. Annuale: 107.32$
Prezzo medio 50: 146.6$ Variazione Annuale %: +1.050003
Prezzo medio 200: 138.77$ Prezzo/Earning: 28.56$
Volume: 50215415 Utile per Azione: 5.11$
Ult. chiusura: 144.84$
Industria: Settore: CEO: Nazione:
Consumer Electronics Technology Mr. Timothy Cook US
Simbolo: AAPL Mercato: NASDAQ
Sito Web: https://www.apple.com/
Comprare azioni Apple Inc

Apple Dati Finanziari Rilevanti

Ecco, quindi, i principali dati finanziari del gruppo Apple, inerenti ai suoi numeri ed al suo management.

Principali Azionisti

Ecco il grafico dettagliato con i principali azionisti dell’ecosistema Apple.

AAPL
;
Azionisti Azioni Data Report Cambio
FNY INVESTMENT ADVISERS, LLC10030/09/2021-8900
WOODSTOCK CORP21909130/09/2021-3020
EVANSON ASSET MANAGEMENT, LLC44082830/09/2021 +7209
LESTER MURRAY ANTMAN DBA SIMPLYRICH11324030/09/2021-2
BOND & DEVICK FINANCIAL NETWORK, INC.948530/09/2021-50
PACIFICA PARTNERS INC.5162730/09/2021 +238
Arlington Partners LLC4962130/09/2021 +49621
BURT WEALTH ADVISORS2979330/09/2021-841
Canvas Wealth Advisors, LLC13344930/09/2021 +133449
Others953129915930/09/2021

Management

Di seguito, il management del gruppo, con il board e le sue personalità amministrative.

Nome Titolo
Mr. Greg JoswiakSenior Vice President of Worldwide Marketing
Ms. Nancy PaxtonSenior Director of Investor Relations & Treasury
Ms. Mary DembyChief Information Officer
Mr. James WilsonChief Technology Officer
Mr. Chris KondoSenior Director of Corporation Accounting
Ms. Deirdre O'BrienSenior Vice President of People & Retail
Ms. Katherine L. AdamsSenior Vice President, Gen. Counsel & Sec.
Mr. Jeffrey E. WilliamsChief Operating Officer
Mr. Luca MaestriChief Financial Officer & Senior Vice President
Mr. Timothy D. CookChief Executive Officer & Director

Dati Finanziari

Non meno importanti sono i numeri e gli indicatori finanziari di Apple, con informazioni ed i dati più interessanti.

Dividend yield: +0.01
Dividend yield PER: +0.59
Rapporto PE: +28.36
Rapporto PEG: +2.67
Rapporto di pagamento: +0.16
Rapporto veloce: +0.89
Rapporto di cassa: +0.32
Giorni di vendite eccezionali: +35.65
Ciclo operativo: +18.02
Giorni di debiti in sospeso: +72.02
Ciclo di conversione del contante: -34.09
Margine di profitto lordo: +0.41
Margine di profitto operativo: +0.29
Margine di profitto prima delle tasse: +0.29
Margine di profitto netto: +0.25
Aliquota fiscale effettiva: +0.14
Ritorno sugli asset: +0.26
Return on equity: +1.31
Ritorno sul capitale investito: +0.45
Reddito netto da EBT: +0.86
EBT by EBIT: +1.01
Ebit for revenue: +0.29
Rapporto debito / PIL: +0.81
Debt equity ratio: +4.13
Debito a lungo termine per la capitalizzazione: +0.62
Debito totale per la capitalizzazione: +0.65
Copertura interessi: +38.33
Rapporto tra flusso di cassa e debito: +0.86
Moltiplicatore del capitale della società: +5.13
Fatturato della contabilità clienti: +10.24
Rotazione contabilità fornitori: +5.07
Volume di vendita dell'inventario: +39.55
Rotazione cespiti: +8.99
Asset turnover: +1.05
Flusso di cassa operativo per azione: +6.28
Flusso di cassa gratuito per azione: +5.7
Cash per share: +3.71
Rapporto di vendita del flusso di cassa operativo: +0.3
Indice del flusso di cassa operativo del flusso di cassa libero: +0.91
Rapporti di copertura del flusso di cassa: +0.86
Rapporti di copertura a breve termine: +6.51
Indice di copertura della spesa in conto capitale: -10.82
Rapporto di copertura dei dividendi pagati e Capex: -10.82
Rapporto prezzo-valore contabile: +37.47
Rapporto prezzo / libro contabile: +37.47
Rapporto prezzo / vendita: +6.94
Tasso di guadagno rispetto al prezzo: +27.75
Rapporto prezzo / flusso di cassa libero: +25.42
Rapporto prezzo / flusso di cassa operativo: +23.07
Rapporto flusso di cassa prezzo: +23.07
Prezzo tra guadagni e rapporto di crescita: +2.67
Rapporto prezzo di vendita: +6.94
Valore aziendale multiplo: +21.81
Price Fair Value: +37.47

Indicatori di Borsa

Si tratta dei principali dati aziendali del gruppo Apple, con indicatori economici utili a comprendere le performance della multinazionale.

Reddito per azione TTM: +20.88
Reddito netto per azione TTM: +5.22
Flusso di cassa operativo per azione TTM: +6.28
Flusso di cassa gratuito per azione TTM: +5.7
Cash per Share TTM: +3.71
Libro valutato per condividere TTM: +3.87
Valore contabile (tangibile) per azione TTM: +3.87
Capitale sociale per azione TTM: +3.87
Debito di interessi per azione TTM: +7.48
Capitalizzazione di mercato TTM: 2408598095640
Valore aziendale TTM: 2496339095640
Rapporto PE TTM: +28.36
Rapporto prezzo / vendita TTM: +6.94
Rapporto POC TTM: +23.07
Rapporto PFCF TTM: +25.42
Rapporto PB TTM: +37.47
Rapporto PTB TTM: +37.47
EV Sales TTM: +7.19
Valore aziendale rispetto all'EBITDA TTM: +21.81
EV per l'operazione Cash flow TTM: +23.91
EV per liberare flusso di cassa TTM: +26.34
Guadagnare rendimento TTM: +0.04
Prestazione del flusso di cassa libero TTM: +0.04
Debito con capitale proprio TTM: +4.13
Debiti verso attività TTM: +0.81
Debito netto su EBITDA TTM: +0.77
Current Ratio TTM: +1.06
Copertura interessi TTM: +38.33
Qualità del reddito TTM: +1.2
Ricerca e sviluppo TTM: +0.06
Capex per il flusso di cassa operativo TTM: -0.09
Capex a reddito TTM: -0.03
Capex to deprezzamento TTM: -0.88
Compensazione del reddito basata su azioni TTM: +0.02
Numero Graham TTM: +21.31
ROIC TTM: +0.45
Ritorno su beni materiali TTM: +0.26
Graham Net TTM: -10.57
Capitale circolante TTM: 6669000000
Valore patrimoniale corrente netto TTM: -9.09
Contabilità clienti media TTM: 33472000000
Media conti debiti TTM: 40268000000
Inventario medio TTM: 5198500000
Giorni di vendite in sospeso TTM: +35.65
Giorni da pagare in sospeso TTM: +72.02
Giorni di inventario disponibili TTM: +9.23
Fatturato della contabilità clienti TTM: +10.24
Rotazione contabilità fornitori TTM: +5.07
Volume di vendita dell'inventario TTM: +39.55
ROE TTM: +1.31
Richiede investimenti una volta per azione TTM: -0.58

Dividendo

Una delle domande più frequenti nell’ambito dell’investire in azioni Apple è: le azioni Apple rilasciano dividendo? Questo perché non è raro incontrare compagnie tech molto strutturate che scelgono di non erogare dividendo ai detentori di azioni, con il fine di destinare maggiori risorse a ricerca, sviluppo ed investimenti strategici.

Tale politica, infatti, è piuttosto comune tra le FAANG (Facebook, Amazon, Apple, Netflix, Google), le aziende tech più capitalizzate al mondo.

Tuttavia, quest’ultima ha optato per l’erogazione del dividendo ed il Consiglio di Amministrazione Apple, in riferimento ai risultati del terzo trimestre del 2020, ha stabilito un dividendo cash pari a 0,82 dollari per azione, delle azioni ordinarie della società. Dividendo erogabile il 13 agosto agli azionisti che risultano registrati alla chiusura delle attività in data 10 agosto 2020.

Azioni Apple Andamento e Previsioni

Le azioni Apple sono certamente tra le migliori azioni da comprare. A partire dalla sua nascita, il titolo Apple AAPL ha visto un costante e netto rialzo. Nello specifico, a partire dal 2006, il titolo Apple è cresciuto in modo esponenziale, questo a seguito del lancio dei prodotti Macbook ed iPhone, entrambi seguiti da un notevole ritorno mediatico.

Le azioni dell’azienda, infatti, hanno attualmente un target price che ammonta a 122,25 USD, con previsioni orientate ad un ulteriore rialzo.

Ecco in che modo è cresciuto il titolo Apple AAPL nel tempo:

  • 1980 – 1986: da 0,13 a 0,11 dollari
  • 1986 – 1996: da 0,11 a 0,30 dollari
  • 1996 – 2006: da 0,30 a 2,57 dollari
  • 2006 – 2016: da 2,57 a 25,36 dollari
  • 2016 – 2020: da 25,36 a 122,25 dollari

Questi erano i passaggi che la crescita delle azioni Apple ha percorso durante il tempo. L’azienda, inoltre, è quotata presso il Nasdaq di Manhattan, l’indice dei più importanti titoli tecnologici al mondo.

A Maggio 2021 il titolo vale circa $125 ed è in fase ribassista.

Apple Storia

Apple Inc, in precedenza Apple Computer ed oggi nota semplicemente come Apple, è una delle migliori azioni Americane fondata a Cupertino (California) nell’aprile del 1976. Le sue origini sono da attribuire a Ronald Wayne, Steve Wozniak e Steve Jobs, uno dei più grandi innovatori tecnologici di tutti i tempi.

Nata per la produzione e la commercializzazione di pc, l’azienda riscuote ben presto un ampio successo di pubblico e di vendite e deve la sua notorietà a prodotti a forte carattere innovativo come l’Apple I, l’Apple II ed il Macintosh 128K, che conducono Apple tra le società di rilievo del settore ed, inseguito, alla sua prima IPO (offerta pubblica).

Seppur con una visione estremamente precisa ed ambiziosa, a partire dal 1985 l’azienda vede un profondo periodo di crisi dovuto alle flessioni del mercato ed ai conflitti del management, che sfociarono nelle dimissioni degli stessi Wozniak e Steve Jobs e condussero quest’ultimo alla fondazione della sua compagnia NeXT. Calato il suo indice di penetrazione del mercato, le vendite di Apple proseguono il loro declino a seguito dell’ascesa di Microsoft  e dei suoi prodotti di gran lunga più economicamente accessibili.

Le congiunture strategiche e finanziarie legate ad Apple Computer portano l’azienda a riorganizzare la propria struttura ed il proprio operato per mano dell’AD Gil Amelio, il quale disporrà l’acquisizione della stessa NeXT, a cui seguirà il ritorno di Steve Jobs e la sua reintroduzione ad Amministratore Delegato di Apple nel 2000.

In seguito alla reintegrazione del suo fondatore, l’azienda registra un rapido risanamento ed un aumento della redditività, con campagne pubblicitarie di successo come il progetto Think Different ed il lancio di prodotti innovativi quali l’iMac nel 1998 e l’iPhone nel 2007, che vedono l’azienda orientarsi in maniera decisiva al segmento dell’elettronica di consumo ed espandere capacità di distribuzione ed il proprio asset grazie all’apertura di numerosi punti vendita nel mondo ed all’acquisizione di molteplici aziende per l’ampliamento dei propri software.

Successivamente alle gravi difficoltà di salute che hanno riguardato Steve Jobs ed al suo decesso nel 2011, subentra alla carica di Ceo della compagnia l’attuale AD Tim Cook, anch’egli responsabile di molti degli attuali successi Apple. La società, infatti, è ad oggi oggi una delle Big Tech del mondo ossia tra le aziende tecnologiche a più alta capitalizzazione del pianeta. Inoltre, quotata presso il Nasdaq (l’indice dei titoli tecnologici del globo), si configura come la più grande impresa tech per fatturato ed il terzo produttore globale di telefono, dopo Samsung e Huawei.

A fare grande Apple Inc, vi sono attualmente:

  • 510 negozi monomarca in 25 paesi del mondo
  • 123.000 dipendenti internazionali impiegati a tempo pieno
  • una quotazione pari ad 1 trilione di dollari (equivalenti ad 890 miliardi di euro).

Con un asset aziendale che la vede dominare molte aree tecnologiche del mercato, a partire dalla distribuzione di prodotti musicali grazie al suo rivenditore iTunes.

Cosa non meno importante, una strategia di prezzo sicuramente orientata ad un mercato alto spendente ed a posizionarsi come azienda ad altissimo valore aggiunto, Apple è attualmente l’impresa più preziosa al mondo e risulta essere uno dei brand più noti e diffusi di sempre.

Apple Dati Rilevanti

FONDAZIONE 1976 – CUPERTINO, STATI UNITI
SEDE PRINCIPALE CUPERTINO – USA
CEO TIM COOK
SLOGAN THINK DIFFERENT

Apple Modello di Business

Come affermato nei paragrafi precedenti, quello di Apple è un modello che verte sul clamore e sull’innovazione dei prodotti. A tal fine, l’azienda persegue un preciso modello di espansione ed acquisizione di piccole startup di portata innovativa, tutto ciò con il fine ultimo di mantenere uno standard qualitativo dei prodotti molto alto ed uno spiccato orientamento al cambiamento.

Con questo spirito, Apple Inc. ha nel tempo acquisito molteplici realtà del comparto digitale ed elettronico, con l’obiettivo di ampliare il proprio portafoglio di software ed implementare sempre nuove soluzioni di mercato. Una strategia responsabile di una struttura aziendale, ad oggi, molto variegata e che vede l’ecosistema Apple detenere più unità imprenditoriali, tra cui:

  • Apple Energy
  • Apple IMC
  • Apple Sales International
  • Apple Services
  • Apple Worldwide Video
  • FileMaker Inc.
  • Texture
  • Network Innovations
  • Emagic
  • Anobit
  • Beats Electronic
  • Shazam e tante, tantissime altre

Come dichiarato dallo stesso AD Tim Cook, la stessa cultura aziendale di Apple prevede l’acquisizione perpetua di piccole imprese che siano facilmente integrabili ai processi della compagnia. Per tali ragioni, infatti, la società acquisisce in media un’impresa ogni 2 o 3 settimane, con la finalità di perseguire con costanza e decisioni i propri obiettivi di mercato.

L’offerta commerciale di Apple Inc è attualmente articolata in:

  • Macintosh
  • iPod
  • iPhone
  • iPad
  • Apple Watch
  • Apple TV
  • HomePod

Sono parte dell’asset aziendale anche le automobili elettriche su cui Apple ha intenzione di investire risorse ed i sistemi operativi prodotti dall’azienda, la quale provvede a sviluppare i software da integrare ai propri prodotti, tra cui macOS per i pc Mac, iOS per smartphone e tablet, watchOS per gli Apple Watch e tvOS per gli Apple TV.

Andiamo ad analizzare brevemente i prodotti attualmente commercializzati dall’azienda di Cupertino.

Macintosh

Si tratta della linea di personal computer targati Apple. Lanciato nel 1984 come computer all-in-one, il pc è oggi disponibile nella sua configurazione iMac, Mac Mini e Mac Pro, oltre che come pc portatile, assemblato come Macbook Pro e Macbook Air.

iPod

Presentato nel 2001, l’iPod è un lettore musicale prodotto e commercializzato nella sua configurazione Nano, Shuffle e Touch. Quest’ultima è l’unica variante ancora disponibile del lettore musicale leader del suo mercato, di cui risultano venduti oltre 390 milioni di esemplari al settembre 2005.

iPhone

La sua prima versione è lanciata nel gennaio 2007, per poi vederne due successive nel febbraio e nel luglio del 2008. Si tratta di una combinazione strutturale tra uno smartphone e l’iPod Apple, con numerose caratteristiche riconducibili ad un palmare ed un’estetica estremamente minimale e curata.

Seguiranno molteplici migliorie estetiche e tecniche al prodotto, al quale sono integrati controllo vocale, wi-fi, bluetooth, navigazione gps ed un app store da cui scaricare applicazioni compatibili con lo smartphone.

L’iPhone Apple diviene un prodotto iconico nel campo della telefonia e determina un sempre crescente successo di vendite e di notorietà del brand raffigurante la mela morsicata, oggi presente in più uscite del dispositivo.

L’ultimo modello è l’iPhone 12.

iPad

Presentato nel 2010, si tratta di un tablet multi-touch dotato di interazione con più formati multimediali (foto, video, ebook, documenti, musica, applicazioni ed altro). Anch’esso perfettamente in linea con i canoni estetici di Apple, l’iPad si presenta come estremamente sottile, molto minimale ed elegante nell’estetica e molto performante a livello tecnico.

Il prodotto ha visto nel tempo notevoli aggiornamenti e si è evoluto per ben 11 volte, sino al raggiungimento della versione attualmente in vendita.

Apple Watch

La sua prima versione è annunciata dall’AD di Apple Tim Cook nel settembre 2014 e si presenta come un dispositivo per il monitoraggio dell’attività di fitness. L’orologio vedrà poi 4 aggiornamenti e l’implementazione di resistenza all’acqua, display più luminoso, processore più veloce, indipendenza di performance dall’iPhone, elettrocardiogramma, rilevatore di caduta e magnetometro.

Alla luce di queste caratteristiche, l’Apple Watch si colloca presto come il dispositivo da indossare più venduto di sempre.

Apple TV

Presentato per la prima volta nel 2007 dall’ex Ceo Apple Steve Jobs, il dispositivo è destinato al collegamento TV per rendere accessibili i contenuti acquistati sullo store iTunes.

Ad oggi, anche l’accessorio video è stato revisionato ripetutamente al fine di mantenere un alto standard tecnologico e di permettere l’accesso a contenuti esclusivi quali Netflix, Youtube ed Apple TV+, la televisione on demand targata Apple che offre contenuti e produzioni dietro abbonamento.

HomePod

Si tratta del primo altoparlante intelligente di Apple, non ancora disponibile in Italia né in lingua italiana. Distribuito a partire dal febbraio 2018, il dispositivo è inizialmente progettato per riprodurre contenuti audio in alta qualità ma diviene ben presto una unità estremamente performante, in pieno stile Apple.

L’HomePod è oggi abilitato al controllo vocale, l’ottimizzazione del suono, ricerca di brani musicali per testo, impostazione timer, emissione e ricezione chiamate, ricerca iPhone ed alle scorciatoie Siri. Configurandosi come uno tra i dispositivi più completi, attualmente presenti sul mercato internazionale.

Apple Partner e Competitors

In molti casi le aziende a cui ci riferiamo collaborano con realtà di settore (o settori paralleli) al fine di migliorare le proprie performance ed ottimizzare alcuni dei processi aziendali. Tutto ciò con l’obiettivo di competere meglio nel mercato e di emergere rispetto ai loro concorrenti diretti.

Andiamo, quindi, ad approfondire partners e competitors di Apple.

Partners

Con il fine di efficientare le proprie prestazioni e massimizzare il risultato delle proprie operazioni, dunque, Apple si serve di alcuni importanti attori del mercato tecnologico e finanziario. Tra i suo partners più importanti, come indicato sul suo sito, troviamo:

  • Accenture (la società di consulenza aziendale più grande al mondo)
  • Deloitte (società di consulenza e revisione, tra le quattro più importanti del globo)
  • Ibm (multinazionale di servizi di consulenza e supporto tecnologico)
  • Salesforce (crm e cloud computing per la gestione dei clienti)
  • Sap (società informatica di software e servizi informatici alle imprese)
  • Cisco (multinazionale di sistemi tecnologici di networking)

Tutto ciò da accostare ai numerosi sviluppatori di applicazioni compatibili (o riservate) con iOS, che hanno fatto di iPhone ed iPad strumenti performanti ed efficienti.

Competitors

Menzionate le principali aziende-partner di Apple, facciamo ora chiarezza sui suoi competitors. La compagnia, infatti, opera in un mercato altamente competitivo e che vede il contributo di numerose realtà, attive in più segmenti del settore tecnologico, quali smartphone e personal computer.

Tra le imprese concorrenti più diffuse a livello globale, troviamo:

Ognuna di queste realtà conta una quota di mercato molto ampia in uno dei due segmenti prima citati e rappresenta uno dei produttori più diffusi ed imponenti del comparto hi-tech

Dove comprare azioni Apple?

Siamo giunti alla sezione tecnica di questo articolo, in cui approfondire gli strumenti con cui investire in azioni Apple ed operare nel trading online con serenità e profitto.

Perché questo avvenga, infatti, è necessario adoperare broker online che siano affidabili e che dispongano dei requisiti fondamentali che caratterizzano una piattaforma di trading. Gli aspetti da cui non dobbiamo mai prescindere sono le autorizzazioni e regolamentazioni a livello internazionale, possibilità di operare con CFD, sicurezza e rapidità delle operazioni.

Ecco le migliori piattaforme di trading online che più rispecchiano questi canoni.

eToro

Tra i broker online che consigliamo con cui comprare azioni Apple c’è la piattaforma eToro. Autorizzato e regolamentato a livello globale, lo strumento è tra i più diffusi nel mondo del trading e conta più di 10 milioni di utenti attivi.

La sua notorietà è sicuramente da attribuire all’estrema rapidità che lo caratterizza nonché alle condizioni vantaggiose che offre agli investitori online. Tra i maggiori benefici della piattaforma troviamo la possibilità di fare investimenti senza commissioni sulle operazioni né costi fissi, unita alle facoltà di operare con i CFD ed iniziare a negoziare azioni con un Conto Demo gratuito, che permette di operare senza investire denaro reale.

azioni apple etoro

La componente più apprezzata del broker eToro, però, è l’innovativa funzione di Copy Trading, che permette gli utenti di replicare le operazioni dei trader più performanti per riprodurne i risultati.

Tutto ciò al fine di migliorare sensibilmente l’esperienza d’utilizzo della piattaforma e rendere l’attività di trading online più elastica ed accessibile al grande pubblico, favorendo gli utenti iscritti ed incoraggiando gli aspiranti investitori.

OBRinvest

Un altro broker tra i più diffusi ed efficaci con cui comprare azioni Apple è la piattaforma OBRinvest. Anch’essa regolamentata e perfettamente affidabile, è considerata tra le più semplici ed efficienti per via della sua interfaccia intuitiva e della semplice operatività con cui investire in azioni online

Tra i vantaggi più importanti riservati agli utenti, troviamo la possibilità di accedere ad un Corso di Trading Gratuito, con cui apprendere in modo pratico i concetti fondamentali del trading online, e quella di operare con un Conto Demo, il quale permette di iniziare a negoziare prodotti senza investire denaro reale.

azioni apple forextb

L’elemento che distingue la piattaforma dalle altre, però, è la possibilità di accedere ai suoi avveniristici Segnali di Trading. Si tratta di indicazioni automatiche e mirate, generale dal broker allo scopo di guidare gli utenti durante la loro operatività. Il tutto per rendere, anche in questo caso, le loro operazioni semplici e permettergli di investire senza il timore di perdere denaro.

Per accede ai Segnali di Trading e agli altri servizi dello strumenti, clicca su questo link:

Iscriviti subito ed inizia ad investire in Apple con OBRinvest!

Conclusioni

Alla luce di quanto abbiamo espresso, il titolo Apple AAPL risulta essere sicuramente un prodotto da aggiungere al proprio asset di investimenti. Questo perché costantemente in crescita e, come dimostrato, riconducibile ad una tra le compagnie tech più importanti e capitalizzate del pianeta.

In questo articolo, dunque, abbiamo voluto fornire caratteristiche ed andamento relativi al titolo Apple AAPL, con storia, strategia e dati rilevanti di Apple Inc. Nello specifico, noi di Insider24, abbiamo voluto approfondire il modo in cui l’azienda è cresciuta (così come le sue azioni) ed i migliori strumenti con cui investire in azioni Apple.

A questo proposito, abbiamo fatto chiarezza sui migliori broker online da utilizzare per negoziare azioni online, indicando le piattaforme eToro e OBRinvest come affidabili, sicure ed efficaci.

Con una struttura operativa molto efficiente e molteplici vantaggi offerti a chi decidesse di iniziare ad investire in azioni online.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: obrinvest
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Quando nasce Apple?

    Apple Inc. nasce nel 1976 a Cupertino (California), per mano di Ronald Wayne, Steve Wozniak e Steve Jobs.

    Dove comprare azioni Apple?

    Per investire in azioni Apple consigliamo le piattaforme eToro e OBRinvest: entrambe permettono di operare con CFD, senza commissioni né costi fissi.

    [Totael: 0 Media: 0]
    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato.